La scuola di recitazione Laura Ferretti

Teatro come luogo di rappresentazione e come luogo di creazione.
Teatro come insieme di discipline che si fondono per dare vita ad una storia, un’immagine, un racconto ed un’emozione.
Teatro come strumento educativo e pedagogico.

 

Partendo da questi tre assunti, il percorso formativo della scuola di teatro, proposto dalla direttrice artistica Eleonora Zacchi, prevede lo studio di varie discipline sotto la guida di diversi insegnanti. L’offerta formativa è stata ampliata con particolare attenzione ai giovani, la cui vocazione per l’arte deve essere curata e seguita al fine di permettere la crescita di una passione che “si fa mestiere”. L’uso consapevole del corpo, della voce, dei suoni, del linguaggio non verbale, l’improvvisazione, l’ascolto personale,  l’ascolto degli altri, l’attenzione alla parola, alla danza e la ricerca delle emozioni, sono alla base della formazione dell’attore. I corsi saranno tenuti da un collegio docenti che si alternerà nello studio delle varie discipline proposte.

Importante novità portata dalla nuova direzione è l’apertura del corso Obiettivo Attore, dedicato a coloro che vogliono fare dell’arte della recitazione il proprio mestiere.


Il primo Direttore Artistico della scuola di Dizione e Recitazione Laura Ferretti fu quell'Andrea Cammilleri padre del Commissario Montalbano che tutti conosciamo, oggi degna erede di Cammilleri è Eleonora Zacchi, attrice regista e drammaturga professionista.

Centinaia sono le persone che nel corso degli anni si sono formate alla scuola del Centro Artistico, e, per inciso, gran parte dei gruppi teatrali territoriali e delle scuole di teatro cittadine, sono costituite da persone che si sono diplomate ed hanno frequentato gli spazi del Centro Artistico.

Ad oggi la scuola propone diversi livelli di formazione.

L’offerta formativa copre una fascia d'età che va dall'infanzia all'età adulta, con percorsi propedeutici per bambini e adolescenti, corsi di introduzione al teatro per adulti, focus di approfondimento per specifiche tematiche e laboratori di formazione avanzata.

Sotto la direzione di Eleonora Zacchi, la scuola è sempre più orientata verso un modello accademico inteso  come studio di materie diverse insegnate da più docenti. L’obiettivo della scuola è quello di rivolgersi a chi vuole giocare col teatro ma anche a chi del teatro vuole farne una professione. E’ per questo motivo che in questi anni è stato creato un “pool” di docenti professionisti

Accanto al percorso “istituzionali” che si svolge in un triennio, la scuole organizza e promuove laboratori e workshop con artisti di fama nazionale aperti ad allievi provenienti da tutta Italia.