Fine del progetto "Dimenticare per Ricordare" di Giorgio Rossi

Domenica 5 marzo alle 18 il Centro Artistico ospiterà l'esito finale del laboratorio tenuto da Giorgio Rossi, che vedrà i partecipanti aprire le porte ad ospiti per presentare quello che è il risultato di un lavoro di gruppo condotto dal coreografo Giorgio Rossi, il quale , con un percorso di tre week end, che hanno avuto inizio a Gennaio 2017, ha tentato di toccare un tema fondamentale dell'esistenza mettendo i partecipanti nella condizione di porsi un quesito. Dimenticare Per ricordare... che cosa significa per ciascuno di noi? 
Non si tratta dunque di uno spettacolo ma di una desiderio concreto e sentito di restituzione e condivisione ad un pubblico di ciò è stato attraversato durante le ore di lavoro e di come grazie alla maestria, l'esperienza e la professionalità di un maestro quale Giorgio Rossi, i partecipanti sono stati accompagnanti all'interno del paesaggio del Ricordo e del suo contrario, della relazione tra i due e delle sue declinazioni : astrazione, narrazione ascolto delicato ed espressivo di un ricordo, di un gesto , il quale, passando attraverso il corpo, può diventare danza.
Un percorso sensoriale sensuale e sensato, a partire dal quale il corpo di ciascuno di noi , a differenza della danza codificata e virtuosistica che può parlare a pochi e che opera verso trasformazioni precise e strutturate, quello proposto da Giorgio Rossi, destinandosi in sequenze di movimenti rispondenti all'essere ed al momento in cui si compie l'attuarsi della danza, riguarda e fa parlare in poesia ciascuno di noi. 
l'invito è gratuito e con posti limitati , pertanto è gradita una prenotazione.

con Maria Teresa Volpi , Gabriella Merchianti , Irene Catuogno, Rosa Maria Rizzi, Simona Parravicini, Paola Palese, Antonella Sartini, Miranda Greta, Chiara Innocenti, Giulia Romolini, Valentina Sorbi, Angelo Fasolo, Alessandra Donati, Matilde Emili e Martina De Domenico.
Hanno partecipato alla realizzazione dell'esito Silvia Garbuggino, Diana Sorrento e Tommaso Virga.